Amo Travel precedentemente noto come Amo Vietnam

Top selling tours

In VietNam, Laos & Cambodia

Storia di Vietnam

La storia del Vietnam è una storia densa e ricca di eventi, segnata da occupazioni straniere e guerre successive di resistenza. Si è sviluppata con successo variabile, il progresso e battute d’arresto, come quella di tutte le persone. Ma lo scrittore americano Susan Sontag giustamente osservato, al suo ritorno ad Hanoi durante la guerra, che “la storia è (qui) ha vissuto, sentito, e non ha nulla in comune con questo esercizio astratto … soprattutto sostenuto da intellettuali occidentali. “Quindi, non abbiamo la vocazione di far parte di questa presentazione di una presentazione, anche sintesi della storia vietnamita. Riteniamo, tuttavia necessario, soprattutto per chi non lo sapesse, conservano alcuni punti di riferimento per un minimo di conoscenza storica del nostro Paese.

Si potrebbe dire per riassumere che, mentre cercano di espandersi a sud, Vietnam è sempre stato preoccupato per difendersi contro il suo potente vicino del nord: L’espansionista della Cina.

Il professore Huu Ngoc perfettamente francofono e francofilo, proposto la seguente formula per alleviare la memoria della storia del Vietnam:

1.000 + 1.000 + 900 + 80 + 30 (anni)

Questo significa:

  • Meno di 1000 anni prima di Gesù Cristo: periodo di formazione dell’identità nazionale vietnamita: la civiltà Viet: Fiume Rosso (Bronzo, periodo Dong Son).
  • Più di 1000 anni di dominazione cinese (179 AC – 938 dC) molte insurrezioni.
  • 900 anni di indipendenza nazionale (938-1862): espansione nazionale dinastie sud influenza culturale cinese e il potenziale di resistenza contro l’occupante.
  • 80 anni di dominazione coloniale francese (1862-1945): La prima data conquista francese torna al 1858. occupazione giapponese 1940-1945.
  • 30 anni di guerra di indipendenza (della rivoluzione di agosto 1945-1975) guerra di resistenza contro i francesi, si è conclusa con la battaglia di Dien Bien Phu (1954) e la guerra di resistenza contro l’americano, si è conclusa con la liberalizzazione Saigon (1954-1975)

Dopo una breve recessione in sé e l’economia pianificata dopo la riunificazione, il Vietnam ha cominciato ad aprirsi verso l’esterno dal 1986, con l’adozione della cosiddetta politica di rinnovamento, che rapidamente difficoltà economiche e diplomatiche di paesi. Il ripristino delle relazioni con gli Stati Uniti è iniziata nel 1992 con l’innalzamento dell’embargo. Vietnam è diventato membro a pieno titolo dell’Associazione dei paesi del sud-est asiatico (ASEAN) nel 1995 e la sua adesione all’OMC nel 2006.

 

Colonizzazione francese:

L’interferenza di ammiragli francesi nella politica seguita da interventi militari all’interno dei confini della nazione, porterebbe alla firma dei trattati del 1862 e il 1874 ponendo Vietnam sotto l’amministrazione fiduciaria della Francia.

Il regno del defunto imperatore Gia Long è stato integrato in una entità geografica chiamata “Indocina francese” compresi gli altri due paesi: Cambogia e Laos.

Per ragioni amministrative, il Vietnam era diviso in tre parti: il nord Tonkin, Annam e Cocincina Centro Sud. Mentre Cocincina era direttamente governata dalle autorità francesi come una colonia, Tonchino e Annam diventano protettorati francesi, mantenuto una certa autonomia incarnato da un imperatore, un discendente di Nguyen, che ha tenuto un potere piuttosto simbolica.

Questa abdicazione della sovranità nozionale patrioti vietnamiti si tradurrebbe in una lotta implacabile contro la Francia, la lotta materializzato da molti e frequenti sollevazioni armate in tutto il regno.

Tuttavia non è stato fino alla fine. WWII per vedere Vietnam raggiungere l’indipendenza grazie alla situazione internazionale.

 

Il recupero di indipendenza:

Dopo neutralizzando le autorità francesi il 9 marzo 1945, dalle forze giapponesi di stanza in Vietnam, il primo governo nazionale guidato dal compianto Tran Trong Kim-insegnante stabilì a Hue, nel mese di aprile lo stesso anno. Successivamente, diversi governi sono riusciti a un ritmo piuttosto rapido, ciascuna delle quali hanno affrontato molte sfide internamente che esternamente.

Questo Adesione indipendenza di fatto è stato comunque inutile a livello internazionale. Non è stato fino a dieci anni più tardi, vale a dire, 4 giugno 1954, il governo della Repubblica francese giuridicamente avallando l’indipendenza del Vietnam, che, di conseguenza, giuridicamente coperto questo date i suoi confini storici, come contenuto nella misurazione ufficiale 1862.

La grande gioia del popolo vietnamita fu di breve durata. In effetti, il destino del paese non è stato fornito sigillato: un mese dopo, 21 Luglio 1954 esattamente la Conferenza di Ginevra, approvando gli accordi di cessate il fuoco tra la Francia e il Viet Minh, decretato la divisione del paese in due parti approssimativamente uguali, secondo una linea formata dal 17 ° parallelo, circa all’altezza del fiume Ben Hai nella provincia di Quang-Tri (Vietnam centrale).

Le province si trovano a nord di questo fiume ora rientrano nella “Repubblica Democratica del Vietnam”, mentre i territori a sud sarebbero prima passare sotto la giurisdizione dello Stato del Vietnam, poi sotto quella di la Repubblica del Vietnam fondata 26 Ottobre 1955, dopo un referendum popolare. Infine, il 1 novembre 1963 una grande rivoluzione congiuntamente dall’esercito e le persone, è riuscito a rovesciare il regime dittatoriale di Ngo Dinh Diem, e stabilire la Seconda Repubblica. Da allora, diversi governi civili e militari sono riusciti a Saigon con successo variabile

1963: l’intervento militare degli Stati Uniti.

1973: Fine del bombardamento aereo americano del Vietnam del Nord.

1975: Fine della guerra civile. Ritiro delle truppe americane.

1976: Proclamazione della “Repubblica socialista del Vietnam”.

Testimonianze

Avanti